lunedì 21 novembre 2016

PER TE CONTA DI PIU' IL TALENTO O LA PASSIONE ?


Mi sono sempre sentita dire che è bene seguire la nostra passione e sicuramente per i miei  figli è ciò che mi sono sempre augurata, invece ecco quello che  Paolo Gallo, il responsabile delle risorse umane del World Economic Forum ci racconta 
Seguite il talento, non la passione.


Questo breve articolo rivoluziona, abbatte il concetto di passione ed eleva quello del talento e pensandoci bene, Paolo Gallo HA RAGIONE! 

Tutti Voi conoscete la mia passione per la passione e leggere le prime righe questo articolo sono state scolvolgenti 

«Le regole per lavorare felici? Seguite il talento, non la passione.
E non sacrificate la libertà per il successo»

La bussola per avere successo sul luogo di lavoro secondo Paolo Gallo, capo delle risorse umane del World Economic Forum: 

«I giovani scappano? Io un’esperienza all'estero la renderei obbligatoria»


Mi sono soffermata a pensare a quando, chiacchierando con la mia migliore amica, mamma anche lei, ci siamo abbarbicate in ragionamenti sulla scelta scolastica delle scuole superiori o ancora di più sulla scelta dell'università.
La prima conclusione di lunghi ragionamenti è stata: 
che scelga ciò che lo appassiona, ciò che gli piace

MA , e ripeto MA, non so ai vostri figli, ma al mio piace giocare a FIFA e fare campionati di calcio seduto sul divano. Quella è la sua passione ! 

Detto questo, a seguito della lettura dell'intero articolo e soprattuto nella parte del trafiletto presente nell'immagine, mi sono soffermata a pensare: 
"Lui ha scelto di fare la vecchia ragioneria , odia economia aziendale e matematica mentre invece ha un vero talento per le lingue e una dote incommensurata in geografia, e cosa gli ho sempre detto? 
avresti dovuto scegliere il TURISTICO :)) "

L'altro giorno, alla veneranda età di 18 anni suonati mi dice: 
"sai mamma, non so perchè ho scelto questa scuola, faccio 10 ore di economia ed è una materia che non sopporto.
Mi sento invece un drago in geografia, mi hanno selezionato che il quizzone delle scuole superiori, senza parlare delle lingue, 
ho davvero dei talenti nascosti "

Cuore di mamma !!!! ( ho pensato con un sogghigno!) 

Inconsciamente sappiamo che "ciò che paga" è il nostro talento e questo studio ce lo conferma.

NON TUTTI hanno un talento per le lingue e non tutti hanno una passione verso di esse ma TALENTUOSI o meno , tutti sappiamo che le lingue aiutano noi e i nostri figli ad aprire le porte all'applicazione concreta in cui eccelliamo, che sia cucinare o giocare ai videogames,moltiplicandone l'effetto.


Quindi incentiviamo i nostri figli a seguire i loro TALENTI in formato internazionale e ad aprire la porta del loro futuro.

Ma è difficile fare una esperienza lavorativa o di studio all'estero senza una base linguistica!  Come possiamo aiutarli ? 

Sicuramente un ingrediente della ricetta è il  #clickworldsummercamp, 
dove con passionale TALENTO li aiutiamo ad accrescere le loro competenze linguistiche e le loro doti :) 

Presto maggiori notizie .





CHERRY VILLAGE - Slide show